ASAC Dati

la Biennale di Venezia: Archivio Storico delle Arti Contemporanee

home > Attività e manifestazioni > Cinema > Ricerca avanzata film
 

PORTE DES LILAS

Partecipazioni

Francia
18. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica (1957)

Venezia Ieri - Retrospettiva René Clair
40. Mostra Internazionale del Cinema (1983)

Documenti ASAC

Foto


Titolo BiennalePORTE DES LILAS
Tit. distrib. ital.IL QUARTIERE DEI LILLÀ
Anno1957
RegiaRené Clair
SceneggiaturaRené Clair
SoggettoRené Fallet
FotografiaRobert Lefebvre, Albert Militon
Aiuto regiaSerge Vallin, Michel Wyn
MusicaGeorges Brassens
InterpretiPierre Brasseur, Georges Brassens, Henri Vidal, Dany Carrel, Raymond Bussières, Amédée
NazionalitàFrancia, Italia
LinguaFrancese
Dati tecniciLungometraggio, Bianco e Nero, 95 minuti
ScenografiaLéon Barsacq
ProduzioneFilmsonor, Cinétel, Rizzoli Film, Société d'Etudes Cinématographiques et Artistiques (SECA)

Sinossi: Juju è un buono a nulla, invecchiato anzi tempo, che vive con la mamma e la sorella Nenette, passando la giorna ta nello studio del suo amico chiamato l’Artista, o al bistrot, il cui proprietario ha una figlia graziosa, Maria. Un giorno irrompe nel quartiere la polizia che sta cercando un bandito, Barbier, accusato fra l’altro di assassinio. Il delinquente, che si rifugia presso l’Artista, dal quale è appena tollerato, riscuote invece la più grande ammirazione di Juju, che lo aiuta in tutti i modi possibili. Anche Maria frattanto subisce il fascino oscuro di Barbier, che la induce a rubare i risparmi di suo padre per fuggire con lui. Ma Barbier, che si serve delle donne e dei loro sentimenti, non ha la minima intenzione di mantenere la promessa fatta alla ragazza. È una freddezza che spaventa anche Juju, e che gli fa perdere tutta la sua ammirazione per il bandito: in uno scontro, a proposito di Maria, appunto, Juju riuscirà a sopraffarlo e ad ucciderlo, rendendo al povero Alphonse i suoi miseri risparmi. Sparito il cadavere, nel quartiere torna la vita di sempre, e Juju torna ad essere quel fannullone di prima.

Torna alla pagina precedente

la Biennale di Venezia © 2006   tutti i contenuti sono coperti da copyright