ASAC Dati

la Biennale di Venezia: Archivio Storico delle Arti Contemporanee

home > Attività e manifestazioni > Cinema > Ricerca avanzata film
 

TOUT L'OR DU MONDE

Partecipazioni

Venezia Ieri - Retrospettiva René Clair
40. Mostra Internazionale del Cinema (1983)


TraduzioneTUTTO L'ORO DEL MONDO
Titolo BiennaleTOUT L'OR DU MONDE
Tit. distrib. ital.TUTTO L'ORO DEL MONDO
Anno1961
RegiaRené Clair
SceneggiaturaJacques Rémy, Jean Marsan, René Clair
FotografiaPierre Petit
MusicaGeorges Van Parys
InterpretiBourvil, Alfred Adam, Philippe Noiret, Claude Rich, Colette Castel, Annie Fratellini
NazionalitàFrancia, Italia
LinguaFrancese
Dati tecniciLungometraggio, Bianco e Nero
ScenografiaLéon Barsacq
ProduzioneSociété d'Etudes Cinématographiques et Artistiques (SECA), Filmsonor, Cineriz, Royal Film

Sinossi: Il film mostra il peso soffocante della vita nella metropoli moderna, schiacciata dai meccanismi e dagli automatismi, dal traffico divenuto insopportabile: gli ingorghi, le code... e già contrappone la serenità e la pace del villaggio di Cabosse dove si può ancora condurre una vita lunga e sana. Su questo ultimo paradiso terrestre si puntano le obiezioni di un industriale parigino che tenta di comperare tutto, per rifare il paese e rivenderlo con una pubblicità spettacolare e plateale, utilizzando anche cantanti famose per propagandare questo nuovo “domaine de longue-vie”. Ma un contadino cocciuto, il vecchio Matteo Dumont, tenacemente attaccato alla sua terra, rifiuta di venderla e la difende con la vita. Le scene del funerale e del banchetto che gli succede sono fra le più notevoli, con il figlio di Matteo, Tonio, interpretato dallo stesso attore, Bourvil, che è fatto segno di molte attenzioni interessate. Ma alla fine l’amore per la terra in lui avrà il sopravvento, insieme con l’amore per Rose, la cameriera del bar, e Cabosse sarà liberata dal suo oppressore.

Torna alla pagina precedente

la Biennale di Venezia © 2006   tutti i contenuti sono coperti da copyright