ASAC Dati

la Biennale di Venezia: Archivio Storico delle Arti Contemporanee

home > Attività e manifestazioni > Cinema > Ricerca avanzata film
 

BLADE RUNNER

Partecipazioni

Cinema 82 - Fuori Concorso
Mostra Internazionale del Cinema (1982)

Supporti:

BLADE RUNNER *

BLADE RUNNER


Titolo BiennaleBLADE RUNNER
Tit. distrib. ital.BLADE RUNNER
Anno1982
RegiaRidley Scott
SceneggiaturaHampton Fancher, David Webb Peoples
SoggettoPhilip K. Dick
FotografiaJordan Cronenweth
MusicaVangelis
InterpretiHarrison Ford, Rutger Hauer, Sean Young, Edward James Olmos, M. Emmet Walsh, Daryl Hannah
NazionalitàStati Uniti D'America
LinguaTedesco, Inglese, Giapponese, Cantonese
Dati tecniciLungometraggio, Colore, 124 minuti, Douglas Trumbull, Richard Yuricich, David Dryer, Steve Galich, Logan Frazee, William G. Curtis
MontaggioTerry Rawlings
ScenografiaSyd Mead
CostumiCharles Knode, Michael Kaplan
ProduzioneRidley Scott Production

Sinossi: La polizia riceve un comunicato di emergenza: quattro "replicant" Nexus-6 si sono impadroniti di una navicella spaziale, hanno ucciso l'equipaggio, e sono tornati sulla Terra. Il Capitano Bryant decide di affidare l'incarico di scovare i "replicant" a Rick Deckard - un ex poliziotto, provetto "blade runner". Trovato in un bar della città viene arrestato e prontamente inviato al comando di polizia. Deckard è costretto ad accettare l’incarico e viene mandato alla Tyrrel Corporation per interrogare lo stesso Tyrell a proposito della creazione dei Nexus-6 “replicant”. Qui viene accolto da una bellissima e misteriosa ragazza che dice di chiamarsi Rachel. Tyrell vuole che Deckard compia le sue indagini su Rachel prima di dichiararsi pronto a collaborare. Deckard fa moltissime domande, e alla fine è sicuro: l’adorabile assistente di Tyrell è un “replicant”. Nel frattempo, i quattro ricercati (due uomini e due donne) sono scomparsi nascondendosi in città. Roy Betty, il leader concepisce un piano che permetta loro di sopravvivere. I primi indizi di Deckard lo portano ad uno scontro in un bizzarro night club con una ballerina esotica che lo soggioga e fugge. Deckard la insegue fra le strade affollate e alla fine la uccide con il suo “blaster”. Un secondo “replicant” che ha assistito al l’uccisione della compagna attacca Deckard. Dopo uno scontro violento, sta per uccidere Deckard quando si ode uno sparo e il “replicant” cade tramortito al suolo. Deckard alza gli occhi e riconosce Rachel che impugna una pistola. Capisce di doverle la vita. Rachel lo aiuta a rincasare e Deckard al di là di tutte le leggi del buon senso, scopre di essere innamorato di questa deliziosa ragazza. Il giorno dopo fanno l’amore. Si capisce perché i quattro “replicant” abbiano fatto ritorno alla Terra quando vediamo Betty, il loro leader infiltrarsi nella Tyrell Corporation per affrontare il loro direttore e creatore. Ma quanto il “replicant” si accorge che Tyrell non può soddisfare le sue richieste lo uccide con le proprie mani e decide di vendicare la morte degli amici. Si arriva al confronto fra Deckard e Betty: un inseguimento ricco di colpi di scena, attraverso edifici fatiscenti e tetti di altissimi grattacieli. La lotta sanguinosa che ne consegue ha un epilogo tragico che ossessionerà Deckard per sempre. A questo punto Deckard vuole raggiungere Rachel, ma viene a sapere che adesso è considerata una traditrice e gli viene ordinato di eliminarla. Ma Deckard capisce di essere innamorato della ragazza umana o non umana che sia, e che si trova davanti alla decisione più difficile della sua vita.

Torna alla pagina precedente

la Biennale di Venezia © 2006   tutti i contenuti sono coperti da copyright