ASAC Dati

la Biennale di Venezia: Archivio Storico delle Arti Contemporanee

home > Attività e manifestazioni > Cinema > Ricerca avanzata film
 

SORELLE MAI

Partecipazioni

Fuori Concorso
67. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica (2010)

Supporti:

SORELLE MAI (2010)

Documenti ASAC

Foto


Titolo BiennaleSORELLE MAI
Tit. distrib. ital.SORELLE MAI
Anno2010
RegiaMarco Bellocchio
SceneggiaturaMarco Bellocchio
FotografiaMarco Sgorbati
MusicaCarlo Crivelli, Enrico Pesce
InterpretiAlba Rohrwacher, Donatella Finocchiaro, Elena Bellocchio, Pier Giorgio Bellocchio, Gianni Schicchi, Letizia Bellocchio, Maria Luisa Bellocchio, Alberto Bellocchio, Irene Baratta, Valentina Bardi, Silvia Ferretti, Giovanna (II) Berretta, Anna (IV) Bianchi
NazionalitàItalia
LinguaItaliano
Dati tecniciLungometraggio, Colore, 110 minuti
MontaggioFrancesca Calvelli
ScenografiaG. Maria Sforza Fogliani, Marcella Piccinini
CostumiDaria Calvelli, Marcella Piccinini
ProduzioneKavac Film, Rai Cinema

Sinossi: Il film si costruisce con sei episodi di una stessa storia girati a Bobbio in sei anni diversi, tra il 1999 e il 2008 (con l'aiuto dei corsisti di "Fare Cinema" di quegli anni) e raccontano di Elena e la sua crescita dai cinque ai tredici anni, della madre Sara, sorella di Giorgio e dei loro difficili rapporti. Elena vive a Bobbio con le zie perchè la madre attrice è sempre in giro e ritorna quando può, così come il fratello. Un giorno Sara decide che Elena viva con lei a Milano, lasci il paese e si separi dalle zie. Sara invece ritornerà a Bobbio con Elena, nel quarto episodio, per formalizzare la vendita della casa e troverà Giorgio, inquieto sulle sue prospettive. Il quinto episodio racconta di uno scrutinio in un liceo del paese, una delle professoresse è inquilina nella casa delle zie. Il suo problema è legato alla decisione di bocciare uno studente per presunta "distrazione", anche se la distratta in realtà è lei. Nel sesto episodio Giorgio, minacciato dai debiti, si rifugia a Bobbio e sarà la sorella ad aiutarlo. L'episodio si conclude con una rappresentazione dove Gianni, l'amico di famiglia ne è l'interprete.

Torna alla pagina precedente

la Biennale di Venezia © 2006   tutti i contenuti sono coperti da copyright