ASAC Dati

la Biennale di Venezia: Archivio Storico delle Arti Contemporanee

home > Attività e manifestazioni > Cinema > Ricerca avanzata film
 

PALACIOS DE PENA

Partecipazioni

Orizzonti
68. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica (2011)

Supporti:

PALACIOS DE PENA

Documenti ASAC

Foto


TraduzionePALAZZI DI PENA
Titolo BiennalePALACIOS DE PENA
Anno2011
RegiaGabriel Abrantes, Daniel Schmidt
SceneggiaturaDaniel Schmidt, Gabriel Abrantes
FotografiaEberhard Schedl, Natxo Checa
InterpretiCatarina Gaspar, Andreia Martins, Alcina Abrantes, Ana Rita Franco, Teresa Castro, Mariana Roberto
NazionalitàPortogallo
LinguaPortoghese
Dati tecniciMediometraggio, Colore, 59 minuti, sonoro magnetico, DCP
MontaggioDaniel Schmidt, Gabriel Abrantes
ProduzioneMutual Respect
Distribuzione internazionaleMutual Respect
Distribuzione italianaMutual Respect

Sinossi: Ossessionate dalle proprie vite senza scopo, due preadolescenti si incontrano durante una visita alla nonna malata. Nel mezzo delle fantasie dell’anziana di un retaggio medievale consumato dalla paura e dalla passione, le due ragazze vengono trasformate e affrontano un passato di oppressione. “L’amore alla fine è / un’estasi di gambe, / un’unione di pance, / un breve fremito delle arterie, / una confusione di bocche, / una battaglia delle vene, / un rotolare di cosce, / chiunque dica il contrario è un animale“ (Gregório de Mattos, sec. XVII). “Oh mio caro, che mi succederà se ti perderò di vista! Che mi succederà se ti vedrò solo un po’ alla volta, spero che ti potrò vedere sempre, sempre! Ma, poiché non mi è dato più di farlo, muoio, e giaccio senza il tuo abbraccio! Ora batti, batti, cuccioletto, per te, per te piccolo cuore, ora batti, sì, sì, sì, mio piccolo cuore, dammi le tue braccia perché lì voglio morire“ (Lettera di Frei Francisco da Ilha da Madeira a Frei Mathias de Mattos, 1690 circa). “Ciccia ti fermi a dormire nel mio nuovo palazzo!!! Porta stivali e felpe nere col cappuccio, e per favore non dirlo ad Ana, ok? T.V.T.T.TB. Grazie! Maggie la Princi xoxoxo MEGA <3“ (Messaggino di Margarida ai suoi Best Friends – dalla sceneggiatura di Palácios de pena).

Torna alla pagina precedente

la Biennale di Venezia © 2006   tutti i contenuti sono coperti da copyright