ASAC Dati

la Biennale di Venezia: Archivio Storico delle Arti Contemporanee

home > Attività e manifestazioni > Cinema > Ricerca avanzata film
 

L'INTERVALLO

Partecipazioni

Orizzonti
69. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica (2012)

Documenti ASAC

Foto


Titolo BiennaleL'INTERVALLO
Tit. distrib. ital.L'INTERVALLO
Anno2012
RegiaLeonardo Di Costanzo
SceneggiaturaLeonardo Di Costanzo, Mariangela Barbanente, Maurizio Braucci
FotografiaLuca Bigazzi
MusicaMarco Cappelli
InterpretiFrancesca Riso, Alessio Gallo, Carmine Paternoster, Salvatore Ruocco
NazionalitàGermania, Italia, Svizzera
LinguaItaliano
Dati tecniciLungometraggio, Colore, 90 minuti, 35 mm
MontaggioCarlotta Cristiani
ScenografiaLuca Servino
CostumiKay Devanthey
ProduzioneTempesta, Amka Films Productions, Rai Cinema, RSI Televisione Svizzera, ZDF-Das Kleine Fernsehspeil
Distribuzione internazionaleRAI Trade
Distribuzione italianaIstituto Luce Cinecittà

Sinossi: Sinossi Un ragazzo, una ragazza rinchiusi in un enorme edificio abbandonato, di un quartiere popolare. L’uno deve sorvegliare l’altra. Lei è la prigioniera, lui è obbligato dal capoclan di zona a fare da carceriere. Malgrado la giovane età, ambedue sono troppo cresciuti. Veronica si comporta da donna matura e spregiudicata, Salvatore da ometto che deve badare al lavoro e alla tranquillità. Così, di fronte alla violenza di quella reclusione, i due giovani hanno reazioni diverse: Veronica scalpita e si ribella; Salvatore è più remissivo e accomodante, non si sa se per paura o per realismo. Sono entrambi vittime ma è come se ognuno dia la colpa all’altro della propria reclusione. Con il passare delle ore, però, l’ostilità tra i due si trasforma in un’inevitabile intimità, fatta di scoperte e di confessioni reciproche. Tra le mura di quel luogo isolato e spaventoso, Veronica e Salvatore trovano il modo di riaccendere i sogni e le suggestioni di un’adolescenza messa troppo in fretta da parte. I due ragazzi vivono così un improvviso intervallo dalle loro esistenze precocemente adulte, tentati alla fine di trasformare quella fuga fantastica in una vera evasione prima che la banda venga a presentare a Veronica il proprio verdetto.

Torna alla pagina precedente

la Biennale di Venezia © 2006   tutti i contenuti sono coperti da copyright