ASAC Dati

la Biennale di Venezia: Archivio Storico delle Arti Contemporanee

home > Attività e manifestazioni > Cinema > Ricerca avanzata film
 

THE TREE OF LIFE (EXTENDED CUT)

Partecipazioni

Sconfini
75. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica (2018)

Supporti:

THE TREE OF LIFE (2018)


Titolo BiennaleTHE TREE OF LIFE (EXTENDED CUT)
Anno2018
RegiaTerrence Malick
SceneggiaturaTerrence Malick
FotografiaEmmanuel Lubezki
MusicaAlexandre Desplat
InterpretiBrad Pitt, Sean Penn, Jessica Chastain
NazionalitàStati Uniti D'America
LinguaInglese
Dati tecniciLungometraggio, Colore, 188 minuti, DCP, Prime Focus VFX, Double Negative, Method Studios, Texas Advanced Computing Center, One of Us, EFilm, Image Quest 3-D, Prologue Films, University of Illinois National Center for Supercomputing Appli
MontaggioHank Corwin, Jay Rabinowitz, Daniel Rezende, Billy Weber, Mark Yoshikawa
ScenografiaJack Fisk
CostumiJacqueline West
ProduzioneCottonwood Pictures, River Road Entertainment, Brace Cove Entertainment, Plan B Entertainment
Distribuzione internazionaleThe Criterion Collection

Sinossi: Dopo quarant’anni di leggendaria carriera Terrence Malick porta a compimento la sua visione più incantata, seguendo una storia di infanzia, meraviglia e dolore fino ai limiti più lontani del tempo e dello spazio. Spingendosi fino all’alba della creazione, Malick trasforma i ricordi di un’adolescenza in una storia universale: narra il passaggio alla maturità, nel Texas negli anni Cinquanta, di un bambino intimorito e meravigliato, che impara a farsi strada tra i poli opposti della natura e della grazia rappresentati dal padre, duro e autoritario, e dalla madre, eterea e protettiva. Realizzato con la collaborazione di Emmanuel Lubezki, direttore della fotografia, e di Jack Fisk, direttore artistico, The Tree of Life segna l’apice più intimamente personale e cosmologicamente ambizioso del caratteristico approccio di Malick alla regia cinematografica. La versione qui presentata, cui Malick ha aggiunto, nel 2018, cinquanta minuti di riprese, non è un remake del film, quanto una meditazione più estesa sulla vita dei protagonisti, con un ritmo e un equilibrio diversi, e riflette la convinzione del regista che i film sono cose vive, anche se la versione del 2011 rimane la sua preferita.

Torna alla pagina precedente

la Biennale di Venezia © 2006   tutti i contenuti sono coperti da copyright