ASAC Dati

la Biennale di Venezia: Archivio Storico delle Arti Contemporanee

home > Attività e manifestazioni > Cinema > Ricerca avanzata film
 

YUKI FUJIN EZU

Partecipazioni

Personale in memoria di Kenji Mizoguchi
18. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica (1957)

Retrospettiva Il Cinema di Kenji Mizoguchi
Mostra Internazionale del Cinema (1980)


TraduzioneIL RITRATTO DELLA SIGNORA YUKI
Titolo BiennaleYUKI FUJIN EZU
Tit. distrib. ital.IL RITRATTO DELLA SIGNORA YUKI
Anno1950
RegiaKenji Mizoguchi
SceneggiaturaYoshikata Yoda, Kazuo Funabashi
SoggettoSeiichi Funabashi
FotografiaJôji Ohara
MusicaFumio Hayasaka
Aiuto regiaHaku Komori, Seiichiro Uchikawa
InterpretiMichiyo Kogure, Yoshiko Kuga, Ken Uehara, Eijiro Yanagi, Haruya Katô, Sô Yamamura
NazionalitàGiappone
Dati tecniciLungometraggio, Bianco e Nero, 88 minuti
MontaggioToshio Goto
ScenografiaHiroshi Mizutani
ProduzioneShintoho

Sinossi: Un treno arriva a Atami, una celebre stazione termale. Hamako scende dal treno ansiosa di incontrare la signora Yuki, di cui lei ha sentito parlare per molto tempo ma che non ha mai più rivisto da quando era bambina. La fedele domestica della signora Yuki, Seitaro, viene ad accoglierla al posto della sua padrona che è stata costretta ad andare a Tokyo a causa della malattia del visconte suo padre. Hamako viene accolta con ogni cura in quella che per gli Yuki è una seconda casa. Mentre fa il bagno Hamako si ripete tutte le cose che suo padre le ha raccontato di questa nobile signora. La verità è però che la signora Yuki, della casata degli Shinano, ha sposato Naoyuki, un figlio adottivo che è cresciuto nella sua stessa casa. Naoyuki vive una vita dissoluta; ama Yuki ma è insoddisfatto del tipo di vita che conduce con lei e se ne sta dunque a Kyoto dove vive con un’attrice di cabaret di nome Ayako, sciamoquando con lei tutti i suoi soldi. I "suoi soldi“ sono tuttavia il patrimonio degli Shinano. La situazione precipita quando muore il vecchio visconte. Per l’organizzazione dei funerali sono necessari alcuni oggetti che si trovano ad Atami e Hamako viene pregata di portarli a Kyoto. Le vengono date istruzioni affinchè incontri al suo hotel Masaya Kikunaka, un insegnante di koto che è amico di famiglia degli Yuki, col quale farà il viaggio fino a Kyoto. Col gentile Masaya, Hamakco ha una piacevole conversazione durante il viaggio. Quando giungono nella casa degli Yuki 3 Tokyo, è in corso la grande veglia funebre. Hamako viene presentata alla signora Yuki e a suo marito, ma avverte un certo imbarazzo Naoyuki, viene a sapere Hamako, ha perduto completamente il suo patrimonio con la sua amante Ayako, ma nonostante ciò continua a trattare in modo dispotico sua moglie. Mentre Hamako sta lasciando nella stanza degli Yuki la valigetta che ha portato da Atami, sente Naoyuki che maltratta Yuki mentre lei lo aiuta a cambiarsi d’abito. Durante la veglia funebre Naoyuki cerca di costringere Masaya a bere troppo, ma egli rifiuta. Nel giardino Hamako massaggia la schiena di Yuki finché non arriva Naoyuki che comincia a toccare la moglie. Hamako si allontana per preparare un thè e attende fuori dalla loro stanza. Quando Naoyuki le dice di entrare. sono evidenti i segni di un violento rapporto sessuale mentre Yuki è silenziosa. Tomata a Atami, Yuki parla a Masaya del suo turbamento durante una lunga passeggiata. A causa di suo marito lei è sull’orlo del fallimento e Masaya la consiglia di trasformare la sua casa di Atami in un albergo. Yuki accetta il consiglio perchè Masaya era un suo amico d'infanzia e nel suo cuore c‘è sempre un posto per lui. Yuki ama Masaya, egli e il solo uomo di cui si fidi. Lei vorrebbe divorziare dal marito per poter sposare Masaya, cosi va a Kyoto per parlarne con Naoyuki, ma quando comincia a dirgli le sue intenzioni lui la rimprovera. Debole nella sua determinazione, Yuki è legata nel corpo a Naoyuki e nello spirito a Masaya. Lo stesso Masaya è troppo debole per opporsi a Naoyuki e portargli via Yuki. Seitaro e Hamako sono preoccupate per la scarsa forza di volontà mostrata da Yuki. Molto tempo dopo, la casa è stata trasformata in un albergo. [ clienti ordinano birra ascoltando musica a tutto volume, c’è un’aria di frivolezza e di allegria smodata, alcuni oggetti antichi della casa vengono rotti e i domestici, Seitaro in particolare, sono assai dispiaciuti. Arriva un telegramma che annuncia la visita di Naoyuki. Quando egli giunge, entra rumorosamente con Ayako e con molti altri amici. Ayako comincia a bere smodatamente e tratta con troppa familiarità Yuki, che però decide di evitare scenate e va a dormire nella stanza di Hamako. Arriva mezzanotte, Ayako è uscita, Yuki e Hamako dormono, Masava suona il koto. Il mattino dopo Yuki non è più nella stanza di Hamako. Seitaro la cerca in varie stanze e la trova infine da Naoyuki. Seitaro si lamenta del trattamento che la sua padrona riceve dal marito. Yuki vede Masaya e si sente tranquilla con lui, prendono insieme il thé e vanno in barca sul lago. Lui la spinge a parlare chiaramente col marito anche perché è evidente che lui e la sua amante stanno vivendo sulle spalle del suo ormai ridotto patrimonio. Yuki promette di parlare al marito. Le cose in effetti peggiorano. Durante un viaggio a Kyoto, N aoyuki approfitta di Yuki, la costringe a bere e cerca di spogliarla. Lei riesce a uscire dalla stanza proprio mentre sta entrando una geisha: si tratta di Ayako. Dopo questa degradazione, Yuki disperata prende una dose eccessiva di pillole. Masaya, che è appena tornato da un viaggio a Tokyo, entra quando lei si è finalmente svegliata. La rimprovera per la sua mancanza di forza di volontà, mentre Hamako guarda la scena. Finalmente Yuki trova il coraggio di affrontare il marito chiedendogli di lasciare l’albergo. I suoi debiti glielo impediscono, risponde allora Naoyuki, che tenta di violentare la moglie. Yuki si difende con un rasoio mentre Hamako guarda inorridita la scena. La notte Seitaro, dopo aver chiuso l’albergo, va a dare un‘occhiata e trova i vestiti di Yuki sparsi per terra. Hamako deve lottare per impedire a Seitaro di colpire Naoyuki con un coltello. In preda all’emozione, Seitaro se ne va. Umiliato, Naoyuki esce barcollando dalla stanza. Quando toma, la moglie gli dice di essere incinta. N aoyuki è indignato e la accusa falsamente di essere l‘amante di Masaya. Chiede il divorzio allo scopo evidentemente di impossessarsi delle proprietà di Yuki. L’intrigante Tachioka, amico di Naoyuki, fa un piano per accusare Masaya. Mentre Naoyuki è andato a fare una passeggiata sul Iago, a Yuki viene detto che suo marito la cerca. Intanto Tachioka ha fatto ubriacare Masaya e lo ha infilato nel letto di Naoyuki. Così, quando Yuki entra nella stanza del marito trova Masaya e naturalmente lo abbraccia. Entra Naoyuki e li trova assieme. Egli è irritato ma non sa del piano di Tachioka. Masaya viene sbattuto fuori. Ayako si è impossessata dell’albergo. In combutta con Tachioka cercano di cacciare sia Yuki che suo marito. Naoyuki cerca di riavere sua moglie che ama ancora ma Yuki se n’è andata per la foresta verso il lago. Nell’albergo Hamako risponde al telefono e piange. Corre da Naoyuki e lo sveglia. Insieme escono e sull’acqua vedono uno dei vestiti di Yuki. Si è gettata nel lago. Hamako, isterica, grida che la signora Yuki è una codarda.

Torna alla pagina precedente

la Biennale di Venezia © 2006   tutti i contenuti sono coperti da copyright