ASAC Dati

la Biennale di Venezia: Archivio Storico delle Arti Contemporanee

home > Attività e manifestazioni > Cinema > Ricerca avanzata film
 

ZIEMIA OBIECANA

Partecipazioni

Leoni d'oro alla carriera
55. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (1998)


TraduzioneLA TERRA DELLA GRANDE PROMESSA
Titolo BiennaleZIEMIA OBIECANA
Tit. distrib. ital.LA TERRA DELLA GRANDE PROMESSA
Anno1975
RegiaAndrzej Wajda
SceneggiaturaAndrzej Wajda
SoggettoWladyslaw Stanislaw Reymont
FotografiaWitold Sobocinski, Edward Klosinski, Waclaw Dybowski
MusicaWojciech Kilar
InterpretiDaniel Olbrychski, Wojciech Pszoniak, Andrzej Seweryn, Anna Nehrebecka, Franciszek Pieczka, Andrzej Szalawski, Kalina Jedrusik, Tadeusz Bialoszczynski, Bozena Dykiel, Marian Glinka
NazionalitàPolonia
LinguaPolacco
Dati tecniciLungometraggio, 179 minuti
MontaggioHaline Prugar, Zofia Dwornik
ScenografiaTadeusz Kosarewicz, Maciej Putowski
ProduzioneZespol Autorow Filmowych "Kadr" - WFF W Lodzi

Sinossi: Una sorta di affresco storico sulla nascita del capitalismo nella Polonia zarista. A Lódź, alla fine dell'800, tre giovani, un polacco, Karol, un tedesco, Max, e un ebreo Moryc, cercano i fondi per poter aprire un'industria tessile. Moryc ottiene dei prestiti grazie alle sue conoscenze nell'ambito della finanza ebraica. Karol grazie alle informazioni della sua amante Lucy, moglie di un industriale, riesce ad accresciere il capitale. I tre riescono così a fondare la loro fabbrica, ma il marito di Lucy, per vendetta, la fa incendiare. Rovinati, i tre si separano. Karol allora sposa la figlia di un miliardario e diventa così capitano d'industria. Passa il tempo e intanto nascono le prime associazioni operaie.

Torna alla pagina precedente

la Biennale di Venezia © 2006   tutti i contenuti sono coperti da copyright