ASAC Dati

la Biennale di Venezia: Archivio Storico delle Arti Contemporanee

home > Attività e manifestazioni > Cinema > Ricerca avanzata film
 

UN RAYO DE LUZ

Diploma speciale per i film a soggetto per i ragazzi da 13 a 18 anni (1960)

Partecipazioni

12. Mostra Internazionale del Film per Ragazzi - In concorso - Film per giovani dai 13 ai 18 anni
21. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica (1960)

Documenti ASAC

Foto


TraduzioneUN RAGGIO DI LUCE
Titolo BiennaleUN RAYO DE LUZ
Tit. distrib. ital.MARISOL, LA PICCOLA MADRILENA
Anno1960
RegiaLuis Lucia
SceneggiaturaFélix Atalaya, Manuel Atalaya
SoggettoFélix Atalaya, Manuel Atalaya
FotografiaManuel Berenguer
MusicaGregorio Garcia Segura
InterpretiMarisol (I), María Mahor, Anselmo Duarte, Maria De Valle
NazionalitàSpagna
Dati tecniciLungometraggio, Colore, 110 minuti, 35 mm
ProduzioneBenito Perojo

Sinossi: Carlo, appartenente ad una nobile famiglia italiana, ha sposato contro il volere del padre un'artista lirica spagnola, Elena e ne ha avuto una bambina: Mari Sol. Mentre si appresta a rientrare in patria muore in un incidente aviatorio. Passano alcuni anni, il suocero orgoglioso ha sempre rifiutato di ricevere la vedova e provvede soltanto al mantenimento della bambina in un collegio. Il vecchio chiede che Mari Sol gli venga mandata in Italia per le vacanze. La bambina che non sa nulla della barriera d'orgoglio tra il vecchio e la madre, la ricorda continuamente, è gaia e canta le canzoni della mamma guadagnandosi l'affetto del nonno finchè un giorno, venendo a sapere che si sta cercando di separarla per sempre dalla madre, finge un incidente e si fa promettere che la madre sarà chiamata. Ma quando il nonno scopre l'inganno si arrabbia e scaccia la bambina che torna dalla madre, la quale è costretta a nascondere la sua vera condizione povera e infelice, ma Mari Sol scopre tutto e se ne addolora. Inaspettato giunge il nonno che non ha potuto resistere alla lontananza, e risolve generosamente la situazione di Elena, per ripartire felice con la nipotina, che è diventata per lui un vero raggio di luce.

Torna alla pagina precedente

la Biennale di Venezia © 2006   tutti i contenuti sono coperti da copyright