ASAC Dati

la Biennale di Venezia: Archivio Storico delle Arti Contemporanee

home > Attività e manifestazioni > Cinema > Ricerca avanzata film
 

IL PELLICANO CIECO

Leone di San Marco per il miglior film per la fanciullezza (1963)

Partecipazioni

15. Mostra Internazionale del Film per Ragazzi - Film per la fanciullezza - Gruppo A - Film a carattere ricreativo
24. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia (1963)

Retrospettiva - Il Film Sovietico per Ragazzi
30. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia (1969)

Documenti ASAC

Foto
Pellicola in archivio
Sequenza dal film (2,39 MB, formato WMV)


Titolo BiennaleIL PELLICANO CIECO
Anno1963
RegiaBoris Dolin
MusicaElizaveta Tumanyan
InterpretiVladimir Ageyev, Oleg Zhakov, Vera Yenyutina, Aleksey Gribov, Evgeniy Teterin
NazionalitàUrss, Unione Delle Repubbliche Socialiste Sovietiche
LinguaRusso
Dati tecniciLungometraggio, Colore, 70 minuti, 35 mm

Sinossi: E' la storia di un ragazzo che vive in una fattoria, al mare, nelle vicinanze della quale vivono anche grandi colonie di pellicani. Un giorno il ragazzo trova in un nido un giovane pellicano, e il nonno gli consiglia di portarlo a casa; e di addomesticarlo. Si scopre intanto che il pellicano è cieco e deve essere nutrito dal ragazzo, perchè non riesce a pescare i pesciolini che gli servono da alimento. Il pellicano si affeziona al ragazzo, lo accompagna a scuola e lo segue ovunque. Un giorno il ragazzo legge su in giornale ce esiste a Mosca un chirurgo il quale con una rara operazione riesce a ridare la vista ad un uomo. Il piccolo guarda amorevolmente il suo pellicano e decide che dovrà portarlo a fare operare. Infatti quando gli si presenta l'occasione di fare un viaggio in città per trovare una zia, nasconde il pellicano in una cassetta e dopo varie vicende riesce finalmente a far visitare l'uccello dal chirurgo, il quale estrae dall'occhio dell'animale un pallino di fucile. Grande è la gioia del ragazzo che si riporta a casa il pellicano; ma poi rimane deluso perchè si accorge che è ancora cieco. Finalmente un bel giorno, mentre il ragazzo sta giocando a ping-pong con un amico, e la pallina gli sfugge, sarà proprio il pellicano a raccoglierla. Ha finalmente riacquistato la vista.

Torna alla pagina precedente

la Biennale di Venezia © 2006   tutti i contenuti sono coperti da copyright