ASAC Dati

la Biennale di Venezia: Archivio Storico delle Arti Contemporanee

home > Attività e manifestazioni > Cinema > Ricerca avanzata film
 

DICEMBRE

Partecipazioni

Settimana Internazionale della Critica
47. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica (1990)


Titolo BiennaleDICEMBRE
Tit. distrib. ital.DICEMBRE
Anno1990
RegiaAntonio Monda
SceneggiaturaAntonio Monda
SoggettoAntonio Monda
FotografiaTonino Nardi
MusicaGianluca Podio
Aiuto regiaFrancesco Reitano, Gian Luca Guerra, Livia Rava
InterpretiPamela Villoresi, Alessandro Haber, Pino Colizzi, Susanna Marcomeni, Mattia Sbragia, Norma Martelli, Pier Luigi Misasi, Salvatore Puntillo, Leonardo Trame, Elena Croce, Amelia Del Frate, Riccardo De Torrebruna, Alessandro Giglio, Giorgio Gobbi, Sergio Stefanini, Sergio Stefanini
NazionalitàItalia
LinguaItaliano
Dati tecniciLungometraggio, Colore, 90 minuti, 35 mm
MontaggioRoberto Perpignani a.m.c.
ScenografiaLuciana Vedovelli Levi
CostumiLina Nerli Taviani
ProduzioneAger 3 S.r.l.
DistribuzioneIstituto Luce - Italnoleggio Cinematografico

Sinossi: Rimasta improvvisamente vedova pochi giorni prima di Natale Gianna Mancuso, giovane donna di origine calabrese, si chiude in se stessa. Da sempre contraddittoria e irruenta, Gianna manifesta un'apparente indifferenza rispetto a quello che le è successo. Non solo al funerale sconvolge tutti mettendosi a ridere con un vecchio amico, ma anche reagisce sgarbatamente al fratello che cerca di starle vicino. Solo la compagnia di Andrea, il nipote prediletto, è ben accetta: con lui divide una passione sfrenata per il cinema, le fiabe, la fantasia. Una sera Gianna si accorge che qualcuno è entrato senza difficoltà in casa sua, lo racconta, ma nessuno le crede ad eccezione di Andrea, che si appassiona a quella strana storia come se fosse un gioco. Per Andrea la caccia al ladro trasformerà quel dicembre in un mese indimenticabile e fiabesco. Alla fine il ladro verrà catturato e Andrea, che con l'arrivo di gennaio torna a casa, continuerà a pensare alla sua grande, eroica zia. Ma Gianna dopo la partenza del nipote si trova a dover combattere una peggiore battaglia, quella contro la desolazione della sua casa vuota.

Torna alla pagina precedente

la Biennale di Venezia © 2006   tutti i contenuti sono coperti da copyright