ASAC Dati

la Biennale di Venezia: Archivio Storico delle Arti Contemporanee

home > Attività e manifestazioni > Cinema > Ricerca avanzata film
 

POTYAUTASOK

Partecipazioni

Settimana Internazionale della Critica
47. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica (1990)

Supporti:

POTYAUTASOK (I CLANDESTINI)

POTYAUTASOK (I CLANDESTINI)


TraduzioneI CLANDESTINI
Titolo BiennalePOTYAUTASOK
Anno1990
RegiaSándor Söth
FotografiaPiotr Sobocinski
MusicaZygmunt Konieczny
InterpretiLaura Favali, Karl Tessler, Luke Mullaney, Jan Nowicki
NazionalitàGermania, Ungheria
LinguaUngherese
Dati tecniciLungometraggio, Colore, 94 minuti, 35 mm
MontaggioMaria Rigó
CostumiMalgorzata Moskwa-Braszka
ProduzioneJournal Film, MTV FMS, Hunnia Filmstúdió
DistribuzioneMeteor Films Ltd.

Sinossi: Budapest, 1982. I nostri eroi si sono appena diplomati; impazienti cercano la Grande Avventura che ancora non si è presentata loro. La Budapest del 1982 non offre assolutamente nulla per potersi imbattere nella Grande Avventura. Tamás è del parere che attualmente stia accadendo qualcosa di eccitante in Polonia.Árpi vuole andare al mare, la sua ragazza Móni, lo vorrebbe accompagnare. Il mattino seguente partono per la Polonia dove è in vigore lo stato d'emergenza, ma essi non hanno la più pallida idea di cosa questo significhi. I due Don Chisciotte e Móni attraversano la Polonia senza bagagli e senza esperienza. Arrivano in riva al mare e, per la prima volta nella loro vita, gustano il sapore dell'acqua salata. Non rimane che tornare indietro, ma i pescatori affermano che nei momenti di bonaccia si può scorgere la svezia a occhio nudo. La vera avventura per Tamás, li attende laggiù, sull'altra sponda. Riesce a convincere Árpi ma Móni non li segue. La fregata della guardia costiera salva i ragazzi dall'annegamento. Con la testa rasata, cominciano a provare la vita da carcerati in una cella di Varsavia, fra quaranta detenuti comuni. Mentre i ragazzi imparano a sopravvivere, Móni, sola, armata del poco russo che ha imparato a scuola, cerca di attirare l'attenzione delle autorità sugli amici arrestati. Ma sembra che il caos sia troppo grande per poter prendere in considerazione la sorte dei due giovani. Non resisteranno mai per sei mesi. Ma Móni non demorde...

Torna alla pagina precedente

la Biennale di Venezia © 2006   tutti i contenuti sono coperti da copyright