ASAC Dati

la Biennale di Venezia: Archivio Storico delle Arti Contemporanee

home > Attività e manifestazioni > Cinema > Ricerca avanzata film
 

NOČNOJ IZVOZČIK

Partecipazioni

Retrospettiva Prima dei Codici. Il Cinema Sovietico Prima del Realismo Socialista 1929-1935 - Addio al grande muto
47. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica (1990)


TraduzioneIL VETTURINO DI NOTTE
Titolo BiennaleNOČNOJ IZVOZČIK
Anno1928
RegiaGeorgij Nokolaevič Tasin
SceneggiaturaMoisej Zac
FotografiaAl'bert Kjun
InterpretiAmvrosij Bučma, Maria Dyusimeter, Karl Tomskij, Jurij Šumskij
NazionalitàUrss, Unione Delle Repubbliche Socialiste Sovietiche
Dati tecniciLungometraggio, Bianco e Nero, 66 minuti
ScenografiaGenrich Bajzengerc, Iosif Špinel'
ProduzioneVUFKU

Sinossi: Siamo in piena guerra civile. A Odessa comandano le guardie bianche. Gordej Jaroščuk, vecchio vetturino, presta servizio di notte, stando a disposizione dei signori ufficiali in giro fino a tardi. Sua figlia, Katja, lavora in una tipografia e fa parte di un-organizzazione bolscevica clandestina. Nella soffitta di casa con l'aiuto del suo compagno, un lavoratore bolscevico, ha allestito una tipografia clandestina per stampare volantini rivoluzionari. Venuto a sapere per caso che Katja collabora con i bolscevichi, Jaroščuk accompagna l'amico della figlia al controspionaggio della Guardia Bianca. Qui il compagno tradisce involontariamente Katja. Poco dopo la ragazza viene arrestata e gli ufficiali incaricano Jaroščuk di portarla al controspionaggio, dove viene uccisa davanti ai suoi occhi. Il giorno seguente il vetturino deve accompagnare proprio gli stessi ufficiali con l'amico di Katja, condannato anche lui a morte. Il vecchio decide di vendicare la figlia e salvare il prigioniero. In una curva pericolosa fa cenno al condannato di saltare giu dalla carrozza e scappare. In quel mentre la vettura sbanda e precipita giu per la scarpata: sia il vetturino che gli ufficiali muoiono.

Torna alla pagina precedente

la Biennale di Venezia © 2006   tutti i contenuti sono coperti da copyright