ASAC Dati

la Biennale di Venezia: Archivio Storico delle Arti Contemporanee

home > Attività e manifestazioni > Cinema > Ricerca avanzata film
 

LUCES Y SOMBRAS

Partecipazioni

Venezia 45
45. Mostra Internazionale del Cinema (1988)


TraduzioneCHIAROSCURO
Titolo BiennaleLUCES Y SOMBRAS
Tit. distrib. ital.LUCI E OMBRA
Anno1988
RegiaJaime Camino
SceneggiaturaJaime Camino, José Sanchis Sinisterra
FotografiaJosep M. Civit
MusicaXavier Montsalvatge
InterpretiJack Shepherd, Ángela Molina, José Luis Gòmez Perales, Fermí Reixach, Vicky Peña, Iñaki Aierra, María Mercader
NazionalitàSpagna
LinguaSpagnolo
Dati tecniciLungometraggio, Colore, 105 minuti, 35 mm
MontaggioEmilio Rodríguez
CostumiJosep Durán
ProduzioneTibidabo Films S.A.
DistribuzioneTibidabo Films S.A., Televisión de Cataloña TV 3

Sinossi: Chiunque abbia contemplato il quadro di Velázquez Las Meninas, è sicuramente rimasto affascinato dalla sua permeabilità. L'impressione è che i confini tra pittura e realtà si debbano dissolvere e, in questo momento di incanto, non ci sorprenderemmo se i personaggi del quadro riprendessero il gesto congelato da più di trecento anni, nè se, appoggiando le dita sul viso dell'Infanta, sentissimo la calda morbidezza della sua pelle infantile anzichè la fredda ruvidità del colore. Senza rendercene conto ci troveremmo in quel luogo, circondati da quelle figure. In Luces y sombras siamo invitati a condividere il sogno di un regista che desidera penetrare in quel mondo. Teo sta per dare inizio ad un film su Las Meninas che deve trasformare in realtà - mediante i trucchi e le tecniche del cinema - una sua remota fantasia infantile. Un bambino degli anni cinquanta - lo stesso Teo - entra magicamente nel quadro, stringe amicizia con il nano Nicolasillo, incontra gli altri personaggi, si innamora dell'infanta Margherita... Per poter rientrare nella propria epoca e nella propria casa, deve però passare per lo stesso quadro attraverso cui è venuto: Las Meninas. Purtroppo Velázquez non ha ancora realizzato l'opera e così il ragazzino, aiutato dai suoi nuovi amici, deve convincerlo a dipingere...

Torna alla pagina precedente

la Biennale di Venezia © 2006   tutti i contenuti sono coperti da copyright