ASAC Dati

la Biennale di Venezia: Archivio Storico delle Arti Contemporanee

home > Attività e manifestazioni > Cinema > Ricerca avanzata film
 

A LETTER TO THREE WIVES

Partecipazioni

Omaggio a Joseph L. Mankiewicz
44. Mostra Internazionale del Cinema (1987)


TraduzioneLETTERA A TRE MOGLI
Titolo BiennaleA LETTER TO THREE WIVES
Tit. distrib. ital.LETTERA A TRE MOGLI
Anno1949
RegiaJoseph Leo Mankiewicz
SceneggiaturaJoseph Leo Mankiewicz
SoggettoJohn Klempner, Vera Caspary
FotografiaArthur C. Miller
MusicaAlfred Newman
InterpretiJeanne Crain, Linda Darnell, Ann Sothern, Kirk Douglas, Paul Douglas, Barbara Lawrence, Jeffrey Lynn, Connie Gilchrist, Thelma Ritter, Florence Bates, Celeste Holm, Hobart Cavanaugh
NazionalitàStati Uniti D'America
LinguaInglese
Dati tecniciLungometraggio, Bianco e Nero, 103 minuti, 35 mm, Fred Sersen
MontaggioJ. Watson Webb, jr
ScenografiaThomas Little, Walter M. Scott
CostumiCharles Le Maire, Kay Nelson
ProduzioneTwentieth Century Fox
Distribuzione italianaEnic (Ente Nazionale Industrie Cinematografiche)

Sinossi: In procinto di partire per una gita sul fiume Hudosn, Deborah, Rita e Lora May ricevono una lettera ciascuna. E' di Addie Ross, loro amica comune, la quale annuncia che, prima che il giorno passi, fuggirà con uno dei loro mariti. Le tre donne, ognuna immaginando che si tratti del proprio, riflettono sui rispettivi matrimoni, rievocandone le tappe e mettendone in discussione le basi. Deborah è una donna di campagna, semplice e sincera, legata a piccole cose da cui trae soddisfazioni e dolori. Ha sposato Brad, uomo di città, e, con tenerezza da un lato ed umiliazione dall'altro, rammenta la sera in cui fece il suo ingresso in società: l'abito misero e qualche bicchiere di troppo la coprirono di ridicolo. Rita è sposata con George, insegnante burbero e idealista. La donna scrive stupidi romanzi radiofonici per compensare il magro stipendio del marito. Anche Lora May ripensa al suo ricco e maturo Porter, suo antico datore di lavoro, che ha sposato per dimenticare la vita modesta fino allora condotta. Ma le tre donne, e ciò le tormente molto, sono consapevoli del fascino che Addie esercita sui rispettivi mariti. Nel rientrare a casa Rita tira un sospiro di sollievo: George l'aspetta. Dopo qualche tremito anche Lora May ritrova il suo Porter. Soltanto Deborah è in ansia: il suo Brad è stato 'trattenuto'...ma un colpo di scena, dopo un po' di scompiglio, salverà anche il terzo matrimonio.

Torna alla pagina precedente

la Biennale di Venezia © 2006   tutti i contenuti sono coperti da copyright