ASAC Dati

la Biennale di Venezia: Archivio Storico delle Arti Contemporanee

home > Attività e manifestazioni > Cinema > Ricerca semplice film
 

LA MIA GENERAZIONE

Partecipazioni

Settimana del Cinema Italiano
53. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (1996)


Titolo BiennaleLA MIA GENERAZIONE
Tit. distrib. ital.LA MIA GENERAZIONE
Anno1996
RegiaWilma Labate
SceneggiaturaWilma Labate, Paolo Lapponi, Andrea Leoni, Sandro Petraglia
SoggettoPaolo Lapponi, Andrea Leoni, Francesca Marciano, Giuseppina Mancini
FotografiaAlessandro Pesci
MusicaNicola Piovani
InterpretiSilvio Orlando, Claudio Amendola, Francesca Neri, Vincenzo Peluso
NazionalitàItalia
LinguaItaliano
Dati tecniciLungometraggio, Colore, 95 minuti, 35 mm
MontaggioEnzo Meniconi
ScenografiaMarta Maffucci
CostumiMetella Raboni
ProduzioneCompact srl
DistribuzioneSacis
Distribuzione italianaWarner Bros. Pictures Italia

Sinossi: La storia si svolge nell'arco di ventiquattro ore, nella primavera del 1983. Il terrorismo rosso appare ormai definitivamente sconfitto, le sue formazioni più importanti sono allo sbando, le minori spazzate via e permangono solo alcuni episodici colpi di coda da parte di frange estreme e disperate. Un furgone blindato trasporta Braccio- un detenuto politico arrestato cinque anni prima come appartenente a un piccolo gruppo armato - da un carcere speciale siciliano fino a San Vittore a Milano. Lì potrà rivedere, per un mese di colloqui, la fidanzata Giulia. Gli altri passeggeri del furgone sono un capitano dei carabinieri e Concilio, un detenuto comune irridente e beffardo. Braccio non può immaginarlo, ma il viaggio è in realtà una trappola per indurlo a collaborare con la giustizia e il capitano è in realtà un sofisticato agente dell'Antiterrorismo. Così il viaggio, oltre che sulle strade d'Italia, si svolge all'interno di questi due personaggi e, nella parte finale, a Milano, dentro Giulia, emblema dolente della "sua generazione".

« Torna all'elenco

la Biennale di Venezia © 2006   tutti i contenuti sono coperti da copyright