ASAC Dati

la Biennale di Venezia: Archivio Storico delle Arti Contemporanee

home > Attività e manifestazioni > Musica > Ricerca avanzata musica
 

SEQUENZA VI

Partecipazioni

Altra voce altro spazio
57. Festival Internazionale di Musica Contemporanea : Altra Voce Altro Spazio (2013)


Anno1967

Sinossi: «Sequenza VI per viola, scritta per un interprete moderno nel senso più ampio e responsabile del termine, è un lavoro di grande difficoltà (un omaggio indiretto e forse un po’ sgarbato ai Capricci paganiniani) che ripete, sviluppa e trasforma di continuo la stessa sequenza armonica di base. È uno studio formale sulla ripetizione, sul rapporto fra moduli ripetuti frequentemente e altri che appaiono una volta sola. In anni successivi, Sequenza VI è anche diventata una sorta di calco per altri lavori quali Chemins II (per viola e nove strumenti) e Chemins III (per viola e orchestra); essi sviluppano ulteriormente i caratteri armonici e le articolazioni significative del pezzo originario lasciando intatta la parte del solista. Si può quindi considerare Sequenza VI come l’elemento centrale di un’idea a tre facce. Sequenza VI è stata scritta nel 1967 per Walter Trampler». Così Berio descrive Sequenza VI, dove forza le tradizionali risorse tecniche ed espressive della viola in una prova di resistenza e vigore anche polifonico (soltanto verso la fine compare una melodia lirica) lasciando comunque all’interprete la risoluzione di qualche indeterminatezza della scrittura.

Durata12 minuti
OrganicoPer viola
Esecuzioni08/10/2013: 15:00 (Ca’ Giustinian - Sala delle Colonne)
ComposizioneLuciano Berio
ViolaChristophe Desjardins
SuoniGrame - Christophe Lebreton regia del suono
Progettazione strumentiIrcam - Serge Lemouton realizzazione informatica
Torna alla pagina precedente

la Biennale di Venezia © 2006   tutti i contenuti sono coperti da copyright